Ars Bellica

INDIPENDENZA E COLONIALISMO

Due universi tra loro separati si erano venuti formando nel continente americano a partire dalla colonizzazione del XVI secolo. Nell'America latina si erano radicati un'economia feudale e un sistema di poteri che ricalcavano quelli vigenti in Spagna e Portogallo. Sulle coste atlantiche dell'America settentrionale la colonizzazione inglese, prevalente rispetto a quella francese, si era organizzata sulla base di una forte autonomia politica dalla madrepatria e di un altrettanto forte impronta religiosa.
Anche i sistemi economici differivano profondamente: al Nord manifatture, traffici commerciali e grandi piantagioni di grano, tabacco, cotone, connotavano un'economia che avrebbe potuto essere autosufficiente se non fosse stata vincolata a Londra; al Sud l'agricoltura non dava eccedenze per l'esportazione, mentre le miniere di argento erano quasi esaurite e la domanda di prodotti lavorati era soddisfatta solo con l'importazione. Nelle tredici colonie inglesi, dopo la conquista inglese del Canada nel 1763 conseguente alla guerra dei Sette anni, divennero sempre più insostenibili le incongruità di un colonialismo che concedeva sì autonomie politiche ma imponeva la dipendenza economica. Lo stesso sviluppo economico e demografico, il clima di libertà politica, lo spirito di autogoverno innescarono la rivolta che sfociò nel 1776 nella Dichiarazione di indipendenza. La guerra scoppiata l'anno precedente portò ai coloni americani l'appoggio francese, olandese e spagnolo, che fu decisivo per il risultato finale del conflitto. La pace firmata nel 1783 di fatto sancì il riconoscimento degli Stati Uniti. Essa definì anche la prima linea di frontiera a ovest, sulla quale di lì a poco si sarebbero indirizzate l'espansione dei coloni americani e le nuovi correnti migratone provenienti dall'Europa. La prima grande area a essere inglobata sarà la Louisiana, ultima sopravvivenza dal colonialismo francese nell'America settentrionale. Il progressivo spostamento della frontiera divenne un traguardo di lungo periodo caricandosi via via di miti e di significati politici. Originale apparve infine il modello di stato, federale e costituzionale, adottato dalle ex-colonie britanniche. In esso si rispecchiavano la concezione contrattualistica dello stato risalente a Locke e Rousseau nonché i principi di libertà, di sovranità popolare, di divisione dei poteri che erano patrimonio dell'Illuminismo.

Battaglie

Yorktown

La battaglia di Yorktown

6 ottobre 1781

La vittoria degli indipendentisti americani nella guerra d'Indipendenza, costituisce il primo significativo passo indietro dell'impero coloniale britannico.

Tippecanoe

La battaglia di Tippecanoe

7 novembre 1811

Tippecanoe fu la scena dell'ultimo importante tentativo di unificare le tribù degli indiani d'America per resistere all'invasione dei bianchi.

Ayacucho

La battaglia di Ayacucho

9 dicembre 1824

Quest'ultima, decisiva battaglia della rivoluzione in Sudamerica segnò la fine del governo coloniale spagnolo sul continente. Il generale spagnolo Canterac venne a capitolazione, riconobbe l'indipendenza peruviana a nome della Spagna e stipulò la cessione del porto del Callao. In memoria di questo combattimento (chiamato 'delle nazioni americane' poiché vi concorsero con le loro forze l'Argentina, la Bolivia, il Chile, l'Ecuador, il Paraguay e il Venezuela), la città di Huamanga prese il suo nome attuale (1825) ed Antonio José de Sucre ricevette il titolo di grande maresciallo di Ayacucho dal Congresso di Panamá del 1826.

I tuoi articoli su Ars Bellica!

Pubblica sul forum di Ars Bellica i tuoi saggi e articoli di argomento storico, raccogli consensi dagli utenti e potrai diventare nostro collaboratore. I tuoi articoli verranno pubblicati direttamente sul sito! Non perdere tempo! Iscriviti, presentati al Forum e inserisci il tuo articolo.
   Vai a "I miei articoli"