Ars Bellica

IMPERIALISMO E COLONIALISMO

Il termine «imperialismo», dopo una fugace apparizione nella Francia del Secondo Impero, cominciò a essere utilizzato negli anni 70 del XIX secolo per connotare la politica espansionistica e coloniale della Gran Bretagna della regina Vittoria e di Benjamin Disraeli. Sono anni, questi, in cui si assistette, anche in risposta alle difficoltà prodotte dalla grande depressione economica degli anni 1873-96, a una seconda rivoluzione industriale (dominata dall'acciaio, dall'elettricità e dalla chimica), all'impetuoso sviluppo del capitalismo finanziario, alla ricerca febbrile di nuovi sbocchi di mercato e di vecchie materie prime, alla politica di potenza, alla collusione tra stato ed economia, e, nel contempo alla crescita antagonistica del movimento operaio organizzato, in forte ripresa, soprattutto a partire dagli anni 80, dopo la tragica esperienza della Comune di Parigi (1871) e dopo la dissoluzione dell'Associazione Internazionale dei Lavoratori (1864-72).
Si assistette inoltre all'intreccio, sul piano fisico come su quello culturale, tra la spinta all'internazionalizzazione del sistema industriale e la persistenza tenace di gruppi dirigenti socialmente legati a mondo preindustriale e aperti alla soluzione militare dei conflitti politici. L'imperialismo era cioè l'effetto della contaminazione tra ciò che vi era di modernissimo e ciò che vi era di tradizionale, ma ancora vitale, nelle società europee: era in altre parole il cortocircuito tra l'aggressività strutturale dell'espansione economica (che allora procedeva geometricamente in estensione prima ancora che in profondità) e il primato sociale e nazionale assegnato a mentalità fondate sul rango, sull'orgoglio e casta, sull'onore, sul prestigio, sulla virilità guerriera e sulla missione civilizzatrice dell'uomo bianco. Il colonialismo esercitato dalle potenze europee e dagli stessi Stati Uniti negli anni che vanno dal 1870 alla prima guerra mondiale è comunque la manifestazione più appariscente dell'imperialismo.

Battaglie

Isandlwana

La battaglia di Isandlwana

22 gennaio 1879

Prima sconfitta britannica in Africa, Isandlwana rappresenta un raro esempio di vittoria in campo aperto di un esercito "primitivo" contrapposto a un esercito di concezione moderna. Fu comunque una vittoria relativa nel contesto della Guerra anglo-zulu.

Adua

La battaglia di Adua

1 marzo 1896

La battaglia di Adua fu il momento culminante e decisivo della guerra di Abissinia tra le forze italiane e l'esercito abissino. Gli italiani subirono una pesante sconfitta che pose fine alle ambizioni coloniali sul corno d'Africa. La sconfitta ad Adua non avvenne per caso. All'errore fondamentale di sottovalutare l'avversario, si aggiunsero le decisioni sbagliate assunte nel corso degli eventi.

I tuoi articoli su Ars Bellica!

Pubblica sul forum di Ars Bellica i tuoi saggi e articoli di argomento storico, raccogli consensi dagli utenti e potrai diventare nostro collaboratore. I tuoi articoli verranno pubblicati direttamente sul sito! Non perdere tempo! Iscriviti, presentati al Forum e inserisci il tuo articolo.
   Vai a "I miei articoli"