Ars Bellica

SCONTRI POLITICI E RELIGIOSI

Il grande conflitto esploso nel 1618, nel quale vennero rapidamente risucchiati quasi tutti gli stati europei, fu innescato dalla rivolta antiabsburgica della Boemia a cui seguì la ribellione dei cattolici della Valtellina contro il dominio dei Grigioni, protestanti, e la fine della tregua dei dodici anni tra la Spagna e le Provincie Unite. Si determinò una simultanea esplosione di rivendicazioni politiche e di istanze religiose, che vide contrapposti il fronte cattolico, che appoggiava il disegno controriformistico, assolutistico ed egemonico degli Absburgo d'Austria, e il fronte protestante, che si aggregò in Germania per allargarsi via via a Danimarca, Svezia, Inghilterra, Province Unite. La coincidenza tra opzione politica e confessione religiosa fu smentita invece dalla Francia, che Richelieu portò nell'alleanza protestante in funzione antiabsburgica. Con una sostanziale sconfitta delle ambizioni di egemonia absburgica e cattolica nel mondo tedesco e in tutto il continente, la guerra vide emergere nuovi protagonisti sulla scena europea, come la Danimarca di Cristiano IV e la Svezia di Gustavo Adolfo, coinvolte nel conflitto dal dilagare degli eserciti imperiali fin sulle rive del Baltico. Segnò inoltre il trionfo della Francia, rinsaldata nella sua compagine interna dal rafforzarsi dell'assolutismo monarchico e vittoriosa sui suoi tradizionali nemici absburgici.
La pace di Vestfalia del 1648 stabilì un nuovo ordine in Europa fondato sull'equilibrio all'interno della Germania, dove venne riconosciuta l'indipendenza politico-religiosa di una miriade di staterelli e città libere e al tempo stesso mantenuta la sempre più esile trama federativa dell'impero con la rinuncia definitiva degli Absburgo ad assumervi un ruolo preminente.
Il criterio della stabilità nella divisione reggerà fino al progressivo emergere della Prussia quale nuova potenza europea e polo di aggregazione della Germania. Un'ulteriore garanzia di equilibrio venne dalla monarchia absburgica, il cui processo di coesione poteva ora muovere dalla scomparsa di poteri autonomi e di culti protestanti (con l'eccezione dell'Ungheria). Con la pace di Vestfalia si chiuse per sempre l'epoca delle guerre di religione: la trionfante ragion di stato annunciava un periodo nel quale, rimossi gli odi religiosi almeno nell'ambito delle relazioni internazionali, la politica estera si sarebbe definitivamente secolarizzata.

Battaglie

Lepanto

La battaglia di Lepanto

7 ottobre 1571

La flotta cristiana della Lega Santa sconfigge e scaccia dal mediterraneo le forze navali turche.

I tuoi articoli su Ars Bellica!

Pubblica sul forum di Ars Bellica i tuoi saggi e articoli di argomento storico, raccogli consensi dagli utenti e potrai diventare nostro collaboratore. I tuoi articoli verranno pubblicati direttamente sul sito! Non perdere tempo! Iscriviti, presentati al Forum e inserisci il tuo articolo.
   Vai a "I miei articoli"