Il più grande condottiero di tutti i tempi

Discussioni sui personaggi che hanno fatto la storia dell’umanità con le loro gesta militari.

Re: Il più grande condottiero di tutti i tempi

Messaggioda magheggio » 26/03/2012, 10:26

Devo precisare che il "Casus Belli" della seconda guerra punica è stato l'assedio da parte di Annibale della città di Sagunto... ma è stata Roma a cercarlo, infatti avevano stipulato un trattato con Cartagine in cui si prevedeva che la sfera di influenza di Cartagine in Spagna dovesse arrivare fino all'Ebro... poi però Roma accordò la sua protezione alla città di Sagunto che si trovava a Sud del Ebro e quindi nella sfera di influenza Cartaginese... per cui aveva cercati di creare attrito di proposito... In base a come stavano le cose una seconda guerra punica sarebbe potuta durare pochi anni, infatti Roma avrebbe mandato la flotta a bloccare Cartagine ed i suoi porti amici... avrebbe mandato un esercito in Spagna ed uno in Africa ed ti saluto Cartagine.
Attaccare per primi era necessario per cercare di conquistare un vantaggio che sarebbe potuto diventare cruciale. La mossa di Annibale è stata geniale... ha portato la guerra in casa di Roma ed ha messo a repentaglio addirittura la sopravvivenza della città stessa ma il suo sistema di alleanze non è crollato...
Per quanto riguarda la permanenza di Annibale in Italia bisogna anche tener presente che i tempi di viaggio allora erano molto lunghi e lui si trovava su un territorio ostile lontano da casa: quanti pericoli dovevano superare i suoi messaggeri per raggiungere la meta?... quindi magari lui mandava un messaggero o un ambasceria presso i galli in primavera e lo vedeva tornare, se era fortunato all'inizio dell'inverno...ripeto, la storia ci insegna che le cose non accadono per caso! La fortuna ti può far vncere una battaglia, ma non la guerra...
magheggio
Utente
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 13/03/2012, 14:00

Re: Il più grande condottiero di tutti i tempi

Messaggioda giuseppe bufardeci » 29/03/2012, 7:26

Ciao anche a te.
Come avrai letto dagli scritti precedenti ho già detto che sono graduatorie impossibili da fare perchè i criteri di giudizio possono essere molteplici.
Tutto vero quello che dici, ma se Scipione è stato per lo più in condizioni più favorevoli rispetto ad Annibale magari è perchè ci si è anche saputo mettere in tali condizioni, insomma ci ha messo anche del suo, in poche parole potrebbe essere stato più abile.
La mia preferenza va a Scipione al di là del fatto che abbia vinto a Zama, perchè mi è parso un generale più completo da un punto di vista strategico. Annibale ha dimostrato di essere un grande generale nella battaglia singola, ma ha mancato completamente nella strategia mi pare. D'altra parte i risultati sono lì a dimostrarlo.
Comunque, ripeto, sono discussioni che potrebbero andare vanti all'infinito perchè le variabili sono talmente tante che è gioco forza che ognuno di noi si soffermi magari su alcuni aspetti e meno su altri, la spiegazione che mette d'accordo tutti non c'è in questo caso.
Ciao,
giuseppe
Avatar utente
giuseppe bufardeci
Utente Attivo
Utente Attivo
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 15/10/2011, 10:14

Re: Il più grande condottiero di tutti i tempi

Messaggioda magheggio » 08/04/2012, 18:09

magheggio
Utente
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 13/03/2012, 14:00

Re: Il più grande condottiero di tutti i tempi

Messaggioda Dresda » 26/12/2012, 13:39

Sono interessato al video: lo potresti mettere sul sito? Grazie
Alea iacta est
Avatar utente
Dresda
Utente Attivo
Utente Attivo
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 09/07/2011, 20:37
Località: Foggia

Re: Il più grande condottiero di tutti i tempi

Messaggioda Marco » 26/12/2012, 18:21

Non è possibile, se è stato tolto da YouTube perchè contro il copyright, per lo stesso motivo non può essere inserito nel sito.

Mi spiace!
L'Amministratore Fondatore del Forum di Ars Bellica

Webmaster di
http://www.arsbellica.it
Avatar utente
Marco
Fondatore
Fondatore
 
Messaggi: 238
Iscritto il: 15/10/2009, 18:10
Località: Roma

Re: Il più grande condottiero di tutti i tempi

Messaggioda emiliano zapata » 25/07/2014, 15:03

Tornerei ad Alessandro.
Non ha lasciato nulla? E' morto quando aveva terminato le conquiste e doveva consolidarle. E poi non dimentichiamo le dinastie ellenistiche, i Tolomei d'Egitto, i Seleucidi di Bagdad, e persino la dinastia che regnò in Afghanistan.
Io lo rivaluterei. Utilizzando lo strumento operativo affinato dal padre Filippo II, sfruttando la tattica dell'ordine obliquo inventata da Epaminonda da Tebe, modificandola con un più intelligente impiego della cavalleria come massa d'urto e della falange appiedata anche come "incudine", sconfigge eserciti mostruosamente più forti.
Li fa muovere su distanze smisurate, dimostrando capacità di organizzazione logistica. Ha sempre le spalle sicure mentre procede verso est, e negli assedi dimostra intelligente preparazione.
Guida un esercito ad un'età in cui tanti altri forse avrebbero guidato un manipolo. Insomma. Io lo rivaluterei.
Si esponeva in prima linea, come testimoniano le tante ferite, ma l'intelligente ricerca dell'integrazione con le popolazioni conquistate segna un altro punto a suo favore. Cosa sarebbe successo se non fosse deceduto così presto? Che ne sarebbe stato dell'ascesa di Roma?
emiliano zapata
Iscritto
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 18/06/2014, 7:53

Re: Il più grande condottiero di tutti i tempi

Messaggioda emiliano zapata » 25/07/2014, 15:12

Scipione l'Africano, invece, a mio avviso, è l'ultimo grande condottiero italiano. Stratega, e tattico.
Inventa la riserva (i triarii non lo erano, combattevano quando le cose andavano male "res venit ad triaros", ma non si parlava in precedenza di ipotesi d'impiego precostituite. Lui li utilizza come una riserva, come una vera pedina di manovra, a Zama.
E' uno stratega, quando taglia i rifornimenti ad Annibale, soffiando a Cartagine la Spagna e portando la guerra a Cartagine.
A proposito, dire che a zama sia stato facile perché aveva tagliato i rifornimenti ad Annibale mi pare affrettato. I rifornimenti glieli aveva tagliati lui, del resto, in un quadro operativo unitario. Zama è cominciata con la conquista di Nova Cartagena nella penisola iberica.
Ma avrò tempo per approfondire....
emiliano zapata
Iscritto
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 18/06/2014, 7:53

Re: Il più grande condottiero di tutti i tempi

Messaggioda giuseppe bufardeci » 14/09/2014, 11:25

Ovviamente sono totalmente d'accordo con Emiliano Zapata.
Saluti a tutti,
giuseppe bufardeci
Avatar utente
giuseppe bufardeci
Utente Attivo
Utente Attivo
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 15/10/2011, 10:14

Re: Il più grande condottiero di tutti i tempi

Messaggioda Jacopo » 06/12/2014, 22:04

Se devo fare una classifica metterei:
1) GAIO GIULIO CESARE che sconfisse condottieri come Vercingetorige o Pompeo Magno, ma che governò Roma in modo dittatoriale
2) NAPOLEONE BONAPARTE il "Petit Caporal" che fondò un impero, annientando diverse volte Austria e Russia e cambiò il modo di fare la guerra
3) ALESSANDRO MAGNO il conquistatore ventenne dell'Impero Persiano, che concluse la carriera imbattuto e colse vittorie dall'Anatolia all'India
4) ERWIN ROMMEL il migliore generale di Hitler, la "volpe del deserto" che sconfisse più volte gli inglesi nel Nord Africa ma che finì male
5) ANNIBALE BARCA il più grande nemico della Repubblica Romana, l'uomo che firmò le più devastanti disfatte di Roma, in Italia per giunta, ma che non seppe cogliere il momento per distruggerla
6) IL SALADINO il terrore dei crociati, l'uomo che conquistò in pochi anni tutti i domini cristiani nel Vicino Oriente ma che fallì nella terza crociata
7) FEDERICO II IL GRANDE DI PRUSSIA il re a cui si ispirarono tutti gli imperatori successivi come Napoleone, Bismarck ma anche Hitler
8) PUBLIO CORNELIO SCIPIONE L'AFRICANO il romano che conquistò Cartagine, prima cacciandola dalla Spagna, poi attaccandola in casa a Zama e ai Campi Magni
9) CARLO MAGNO il sovrano Franco che portò il suo popolo di barbari alla dominazione assoluta sull'Europa e che creò il primo nucleo dell'odierna UE
10) GENGIS KHAN il mongolo, che secondo me, sopravvalutato ai massimi livelli, che si limitò a conquistare tribù nomadi e il suo unico avversario di valore fu la Cina
11) GEORGE SMITH PATTON la nemesi dei nazisti, presente in Normandia, in Italia e nelle Ardenne, ma molto duro e poco amato dai suoi commilitoni
12) JORGIJ KOSTANTINOVICH ZHUKOV dietro ogni disfatta del Terzo Reich nel fronte orientale c'era lui: Mosca (1914), Stalingrado (1942), Kursk (1943), Leningrado (1944), Berlino (1945)...
13) EUGENIO DI SAVOIA fu lui il vero protagonista della guerra di successione spagnola, con lui iniziò la supremazia austriaca sull'Europa centrale che durerà per altri duecento anni
14) GUSTAVO ADOLFO VASA il che portò la Svezia da potenza regionale a dominatrice del Mar Baltico, considerato "l'inventore della guerra moderna"
15) ARTHUR WELLESLEY, DUCA DI WELLINGTON il distruttore dell'Impero Napoleonico, che sconfisse in Spagna e soprattutto a Waterloo, in uno storico faccia a faccia con Napoleone
16) TAMERLANO l'erede diretto di Gengis Khan che creò un impero in Medio Oriente e sconfisse diversi stati, fra cui l'Impero Ottomano
17) LAWRENCE D'ARABIA il più grande guerrigliero inglese, la svolta nel teatro arabo della Prima Guerra Mondiale, che fondò la Repubblica Hascemita
18) GUGLIELMO IL CONQUISTATORE l'ultimo conquistatore della Gran Bretagna (impresa fallita sia a Napoleone che a Hitler) che annienta l'isola in un solo giorno
19) JOHN CHURCHILL, DUCA DI MARLBOROUGH assieme al già citato Eugenio fu il condottiero di maggior rilievo del primo settecento
20) SESOSTRI III il faraone del Medio Regno che secondo Erodoto fu migliore di tutti gli altri, secondo la storiografia ufficiale sconfisse la Nubia
Jacopo
Neo Iscritto
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 16/11/2014, 18:25

Precedente

Torna a I grandi Condottieri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron