Piccoli editori crescono - La storia delle Edizioni Chillemi

Tutto su libri, riviste e pubblicazioni dedicate alle battaglie.

Piccoli editori crescono - La storia delle Edizioni Chillemi

Messaggioda Marco » 17/12/2012, 14:39

È con molto piacere che oggi presento ai lettori di Ars Bellica questa intervista all'editore Bruno Chillemi col quale collaboriamo dal gennaio 2010.
La Edizioni Chillemi propone libri di storia con una particolare attenzione ai fatti di guerra italiani, alle strategie e alle tattiche politico-militari, alle motivazioni umane e sociali che spingono i popoli al conflitto.
Si tratta di un progetto editoriale nato nel 2008 curato e portato avanti con tanta fatica e tanta passione.
Il livello e la qualità dei contenuti non sfigura di fronte a ciò che propongono le grandi case editrici. Questo conferma, secondo la mia opinione, che oggi in Italia la storia militare è sostenuta dall'impegno e dalla passione di "piccoli" editori e di "piccoli" scrittori (e qui le virgolette sono d'obbligo). I grandi editori pubblicano solo autori dal nome noto con libri di qualità a volte sconcertante, per non parlare delle traduzioni di libri stranieri a volte affidate a traduttori incompetenti con scelte fatte affidandosi a mode e tendenze del momento invece di seguire una linea editoriale ben definita.
Perciò è bene sostenere iniziative come quella di Chillemi, magari ancora con qualche difetto di gioventù, ma certamente lodevoli, vitali e soprattutto guidate dalla passione più che dalle logiche commerciali.
La risposta dei lettori arriverà, mi auguro in numero sempre maggiore, a vantaggio della diffusione della cultura storica anche nel nostro Paese.
Ecco alcuni passi dell'intervista.


Piccoli editori crescono

intervista del 07 Dicembre 2012 di Valentina Pinello

Come nasce l'idea di questo progetto editoriale?
Sicuramente dalla mia passione per la ricostruzione e l'approfondimento storico. Il vero input è arrivato però dal mio percorso familiare e dalla necessità di voler conoscere a fondo la storia della mia famiglia. Sapevo che mio nonno, siciliano, negli anni '40, aveva aperto una tipografia a Roma insieme al fratello. Sapevo anche che era stato partigiano (ho trovato a casa l'attestato di combattente), ma non avevo altri elementi. Ho cominciato a fare delle ricerche e dopo quindici anni, attraverso l'archivio di Via Tasso (ndr Museo storico della Liberazione) e l'Anpi (Associazione Nazionale dei Partigiani d'Italia), ho scoperto che mio nonno, insieme al fratello e al padre, era stato tenuto prigioniero dai tedeschi in quel carcere.
Da lì ho cominciato ad interrogarmi sull'importanza delle memorie e delle storie di tanti italiani e sul perché alcune vengono raccontate e altre no. Ho così deciso, con molta incoscienza, lo ammetto, di cominciare a dedicarmi a questo filone specifico saggistica storica che potesse prestare la dovuta attenzione alle persone comuni, come possono essere i nostri nonni, che sono state comunque parte integrante dei fatti storici del '900.
E' nata così la collana Memore ... sono storie crude piene di umanità e solidarietà nel campo di battaglia.
Ecco, sono anche queste le storie che cerco, di piccoli grandi eroi dimenticati o mai riconosciuti come tali dalla Storia...

Che spazio dà, invece, la casa editrice Chillemi agli eroi noti e alle grandi battaglie?
Ci interessa la Storia, tutta, dalle grandi battaglie agli eroi e popoli del passato, fino appunto ai reduci che raccontano eventi a noi più vicini. La prima collana creata dalle Edizioni Chillemi è dedicata ai grandi eventi che hanno cambiato il corso della storia. Si chiama Monografie di Storia Militare e include immagini e testi che analizzano gli avvenimenti bellici non solo dal punto di vista delle strategie e tattiche, ma anche da quello delle emozioni, delle storie personali e umane. Poi c'è la collana Eroica che è invece dedicata ai grandi eroi del passato – "Con Napoleone in Russia", Roma e il suo esercito", "Europa e nomadi guerrieri", solo per citare alcuni titoli - e alla divulgazione di testi finora mai tradotti in italiano. Infine, la collana Conflitti e Battaglie, che illustra battaglie note e meno note - "Borodino 1812", "Fornovo 1495", "Bouvines 1214".

Come trovi e chi sono gli autori che poi pubblichi? C'è dietro un lavoro di talent scout?
All'inizio eravamo noi a cercarli, adesso, dopo quattro anni di lavoro assiduo, sono loro che ci contattano proponendosi. Se i testi sono nelle nostre corde, dopo aver fatto il necessario lavoro di editing, non ho difficoltà a pubblicarli. Non c'è un autore "tipo": chi ci contatta non fa lo scrittore, ma le più disparate professioni, dall'ufficiale dell'esercito al giurista fino all'ingegnere o al dentista.

Quali sono i vostri punti di forza?
Se siamo arrivati, partendo da zero, a circa 70 titoli in catalogo - un bel traguardo! - è perché vendiamo la passione per la storia a basso costo (prezzo di copertina medio 12 euro). E poi l'autore occupa un ruolo centrale. Non chiedo soldi a chi pubblica con noi, ma solo un rapporto di fiducia. Che altro? Come ogni editore penso di possedere quel mix di sana pazzia e spirito imprenditoriale, necessario per saper vendere il "prodotto" libro, e poi un profondo senso etico. Non si possono seguire solo le logiche commerciali, ma più che altro bisogna seguire la propria crescita ed evoluzione come casa editrice.

Fin qui è emersa la sua grande passione per l'editoria e la storia, il suo spiccato senso etico. Ma vuole dirci anche le criticità di questo mestiere? Molti editori lamentano costi eccessivi nella distribuzione, poca visibilità in libreria, scarse vendite e bassi guadagni…
Purtroppo è tutto vero e per sopravvivere, da piccolo editore, bisogna fare anche altri lavori che creano un reddito fisso. Tutto quello che guadagno dalla vendita – che in alcuni mesi è veramente difficile – lo reinvesto nella casa editrice, per le novità che nel frattempo mi sono venute in mente. Il grande problema per il mondo dell'editoria, e per noi piccoli in particolare, è la distribuzione. Costi eccessivi che sfiorano il 60% e che diventano proibitivi, per avere comunque una scarsissima visibilità nelle grandi librerie. Meglio, piuttosto, la distribuzione capillare e diretta con le realtà – musei, fondazioni, enti – che hanno veramente voglia di distribuirci. E poi ci sono le Fiere settoriali, dove l'offerta incrocia la domanda e quindi gli appassionati sanno dove trovarci.


Per chi desidera leggere l'intervista completa la trova qui:
http://www.goleminformazione.it/storie- ... toria.html

Sito della Edizioni Chillemi
http://www.edizionichillemi.com

Approfitto di questa occasione per presentare i nostri libri attualmente in catalogo.


Le Grandi Battaglie del Mondo Greco-Ellenistico

Analizzando più a fondo le guerre ed i protagonisti che hanno contraddistinto tutta l'epoca greco-ellenistica, potremmo interpretare battaglie come Maratona o Isso come esempi dell'eterno scontro tra Oriente e Occidente, che oppone culture in apparenza antitetiche tra loro, ma che, dopo secoli di conflitti, finiscono per influenzarsi a vicenda.
Infatti, con il predominio macedone, inizia una nuova epoca di innovazioni sui campi di battaglia. Alessandro, spinto dall'ossessione della conquista, adatta, ancor meglio del padre Filippo, i nuovi ordinamenti tattici macedoni alle esigenze della guerra su vaste pianure. Tuttavia, dopo le formazioni oplitiche, che si riveleranno col tempo obsolete, anche la falange macedone si dimostrerà superata all'avvento di una nuova potenza militare: l'esercito romano.

Le Grandi Battaglie del Mondo Greco-Ellenistico.jpg
Le Grandi Battaglie del Mondo Greco-Ellenistico.jpg (23.6 KiB) Osservato 8281 volte

Indice argomenti:

  • Introduzione
  • La Guerra di Troia - La storia della città; La leggenda; Omero e l'Iliade; Iliade e realtà storica; Curiosità; La Guerra nel 2° millennio a.C.; Eserciti e Guerrieri; Achille; Gli anni della guerra; Il campo di battaglia; La ditruzione e il seguito; Heinrich Schliemann;
  • La battaglia di Maratona - I personaggi; Il campo di battaglia e il mito; Verso la prima guerra greco-persiana; Gli eserciti; Gli antecedenti; Le forze in campo; La battaglia; Le conseguenze; Le testimonianze;
  • La battaglia di Salamina - Gli avversari; Le cause scatenanti; La genesi; Il Diékplus; La trireme; Le forze in campo; Gli antecedenti; La battaglia; Le testimonianze; Le conseguenze;
  • La battaglia di Platea - I due comandanti; L'impero Persiano; Mileto; Le precedenti guerre; I limiti dell'esercito greco; I 10.000 immortali; Le forze schierate; La battaglia; Le coseguenze storiche;
  • La battaglia di Leuttra - I protagonisti; La genesi; L'"invincibile" Sparta; L'esercito spartano; La riorganizzazione del IV secolo a.C.; I mercenari; La falange; La battaglia; Le conseguenze; L'egemonia tebana;
  • La battaglia di Cheronea - Gli avversari; L'ascesa di Filippo; L'intervento di Filippo in Grecia; La Sarissa; Le Filippiche; Le forze in campo; Gli schieramenti; La battaglia; Le conseguenze;
  • La battaglia di Isso - Gli avversari; La genesi; La falange macedone; La cavalleria di Alessandro; Gli eserciti; La battaglia; Le conseguenze;
  • La battaglia di Gaugamela - Gli avversari; Tra Isso e Gaugamela; Il carro falcato; L'esercito di Alessandro; Le forze in campo; La battaglia; Le conseguenze;
  • La battaglia di Raphia - Gli avversari; La genesi; La monarchia tolemaica e i Seleucidi di Siria; Le guerre Tolemaiche; Macedoni "d'Egitto"; Il sistema militare ellenistico; Una battaglia d'Elefanti; Le forze in campo; La battaglia; Le conseguenze.

Pubblicato a Marzo 2011

Collana: Monografie di Storia Militare

Disponibile in catalogo su Edizioni Chillemi:

http://www.edizionichillemi.com/node/325


Bouvines 1214

La battaglia di Bouvines fu lo scontro decisivo del primo grande conflitto tra coalizioni europee. Filippo Augusto di Francia inflisse ad Ottone IV di Germania e al conte Ferdinando di Fiandra una sconfitta così pesante che Ottone venne deposto e sostituito da Federico VII di Hohenstaufen, mentre Ferdinando venne catturato e imprigionato. Quanto a Filippo, dopo la battaglia, con il trattato di Chinon riuscì ad avere il controllo completo e indiscusso sui territori di Angiò, Bretagna, Maine, Normandia e Turenna, che aveva da poco strappato al re inglese Giovanni Senzaterra, alleato di Ottone.
L’intrepido Filippo diede avvio allo scontro mandando all’attacco un un'unità di 300 sergenti a cavallo di Soissons, probabilmente quando l'esercito nemico stava ancora completando lo schieramento.

Copertina_Bouvines_small.jpg
Copertina_Bouvines_small.jpg (16.23 KiB) Osservato 8281 volte

Indice argomenti:

  • Introduzione
  • L'alleanza anglo-tedesco-fiamminga
  • Gli avversari (Ottone IV di Brunswick - Filippo II di Francia - Giovanni Plantageneto)
  • L'esercito di Filippo Augusto e la cavalleria Francese
  • L'armamento
  • L'ostinazione del cavaliere
  • Le avversità atmosferiche
  • Le forze in campo
  • Gli schieramenti
  • La battaglia
  • Le perdite
  • Le conseguenze

Pubblicato a Maggio 2012

Collana: Conflitti e Battaglie

Disponibile in catalogo su Edizioni Chillemi:

http://www.edizionichillemi.com/node/370
L'Amministratore Fondatore del Forum di Ars Bellica

Webmaster di
http://www.arsbellica.it
Avatar utente
Marco
Fondatore
Fondatore
 
Messaggi: 238
Iscritto il: 15/10/2009, 18:10
Località: Roma

Re: Piccoli editori crescono - La storia delle Edizioni Chil

Messaggioda Rino » 21/12/2012, 17:28

Ho avuto modo di "spulciare" il sito per un po' e devo dire che e' davvero interessante. Mi piacciono i titoli in catalogo e non escluderei di acquistare qualcuno. Complimenti!
"La guerra non è che la continuazione della politica con altri mezzi." Carl von Clausewitz
Avatar utente
Rino
Utente
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 06/11/2011, 17:41
Località: Bristol - United Kingdom

Re: Piccoli editori crescono - La storia delle Edizioni Chil

Messaggioda Marco » 31/12/2012, 14:49

Grazie e Buon Anno!!!
L'Amministratore Fondatore del Forum di Ars Bellica

Webmaster di
http://www.arsbellica.it
Avatar utente
Marco
Fondatore
Fondatore
 
Messaggi: 238
Iscritto il: 15/10/2009, 18:10
Località: Roma


Torna a Libri, giornali e riviste

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron